"NUDI E CRUDI" Libro (di Claudio Pescetelli)

Selled by MISTY LANE SHOP #Nudi e Crudi #libro

Product details

NUDI & CRUDI! Piccola storia dei Festival Pop italiani Volume primo: maggio 1968/maggio 1972 di Claudio Pescetelli pp. 150, euro 12 I libri del Mondo Capellone “C'è stato un breve segmento nella storia del pianeta Terra in cui la fantasia era al potere… ma così al potere che, in qualunque parte del globo terracqueo, ogni cittadino del mondo sarebbe stato in grado di coniare uno slogan: “Ce n'est qu'un debut, continuons le combat”, “La fantasia al potere”, “Fate l'amore e non la guerra”, “Potere al popolo”, “La musica si prende e non si paga”... E tramite le bocche urlanti dei ragazzi – consapevoli o meno medium di questi nuovi slanci ideologici, nati dai mille rivoli della contestazione giovanile e perciò pericolosamente alternativi al sistema ortodosso che da sempre regola gli equilibri socioeconomici mondiali – queste parole d'ordine si riversavano nelle scuole, nelle piazze, nei cortei... E nei festival pop, dove ben presto però i nodi giovanili arrivarono al pettine della storia mondiale: se ne accorgeranno attraverso gli anni settanta anche i ragazzi italiani quando, ancora legati al semplice desiderio di condurre la propria vita in modo ‘diverso' – stando bene insieme e ascoltando un po' di musica – si troveranno ben presto sballottati tra il dover decidere se ‘mettere dei fiori nei cannoni' o ‘colpire il cuore dello stato'...” “Nudi & Crudi” è il primo di tre volumi che andranno a comporre una piccola storia dei festival pop italiani. Un argomento controverso e poco trattato, ma denso di avvenimenti interessanti e specchio dell'Italia dei primi anni '70, un paese ancora combattuto tra il desiderio di trovare ‘altre' strade e la sempre maggiore consapevolezza di averne imboccata una senza ritorno che condurrà a breve alla deriva terroristica. 150 pagine con decine di foto, testimonianze dirette e le cronache giornalistiche di quei giorni, a ricostruire quanto accaduto in un periodo lontano e irripetibile…

€ 9,99

Add to cart

Payment Methods:

Make a question about this product

Share in Facebook

Share what you like! Copy the link to this product and paste it wherever you want Copy

Product details

NUDI & CRUDI! Piccola storia dei Festival Pop italiani Volume primo: maggio 1968/maggio 1972 di Claudio Pescetelli pp. 150, euro 12 I libri del Mondo Capellone “C'è stato un breve segmento nella storia del pianeta Terra in cui la fantasia era al potere… ma così al potere che, in qualunque parte del globo terracqueo, ogni cittadino del mondo sarebbe stato in grado di coniare uno slogan: “Ce n'est qu'un debut, continuons le combat”, “La fantasia al potere”, “Fate l'amore e non la guerra”, “Potere al popolo”, “La musica si prende e non si paga”... E tramite le bocche urlanti dei ragazzi – consapevoli o meno medium di questi nuovi slanci ideologici, nati dai mille rivoli della contestazione giovanile e perciò pericolosamente alternativi al sistema ortodosso che da sempre regola gli equilibri socioeconomici mondiali – queste parole d'ordine si riversavano nelle scuole, nelle piazze, nei cortei... E nei festival pop, dove ben presto però i nodi giovanili arrivarono al pettine della storia mondiale: se ne accorgeranno attraverso gli anni settanta anche i ragazzi italiani quando, ancora legati al semplice desiderio di condurre la propria vita in modo ‘diverso' – stando bene insieme e ascoltando un po' di musica – si troveranno ben presto sballottati tra il dover decidere se ‘mettere dei fiori nei cannoni' o ‘colpire il cuore dello stato'...” “Nudi & Crudi” è il primo di tre volumi che andranno a comporre una piccola storia dei festival pop italiani. Un argomento controverso e poco trattato, ma denso di avvenimenti interessanti e specchio dell'Italia dei primi anni '70, un paese ancora combattuto tra il desiderio di trovare ‘altre' strade e la sempre maggiore consapevolezza di averne imboccata una senza ritorno che condurrà a breve alla deriva terroristica. 150 pagine con decine di foto, testimonianze dirette e le cronache giornalistiche di quei giorni, a ricostruire quanto accaduto in un periodo lontano e irripetibile…