" Suonatore" Enrico Vannuccini

Selled by Galleria Tettamanti #enrico #vannuccini #exlibris #incisione

Product details

Autore - Enrico Vannuiccini
Tecnica - Incisione
Dimensioni - cm 18 x 12,5
Epoca - 1978

Enrico Vannuccini nasce il 16 settembre del 1900 a Barullo di Cortona in provincia di Arezzo.
Rimasto orfano di padre si trasferisce a Firenze con la madre e i due fratelli ove frequenta senza risultati l'Istituto Agrario. Terminata la prima guerra mondiale e la sua breve esperienza militare si reca a Milano a lavorare in un'agenzia di reclame che produce manifesti e cartelloni dipinti a mano Fallita l'agenzia di Milano, Vannuccini si trasferisce a Roma dove svolge attività di ceramista e ha modo di entrare in contatto con ambienti artistici e letterari. Farà la conoscenza di tanti illustri del nostro secolo: da De Chirico a Ungaretti, con quest'ultimo entrerà in stretto rapporto artistico. Nella capitale il Pittore toscano, che ama tanto la filosofia, darà vita alle sue prime opere pittoriche e letterarie. Giunge a Moltrasio sul lago di Como nel 1945 dopo essere stato sfollato a causa della seconda guerra mondiale da Milano.
In seguito si sposta a Lenno e infine approda a Griante.
Famosi sono i suoi "Ex-Libris" che sono conservati presso la Biblioteca Comunale di Milano
(a Palazzo Sormani dove ha sede la Fondazione Vannuccini.) Enrico Vannuccini si spegne serenamente dopo una breve malattia il 22 settembre 1990.

€ 20,00

Add to cart

Payment Methods:

Bank Transfer 

Make a question about this product

Share in Facebook

Share what you like! Copy the link to this product and paste it wherever you want Copy

Product details

Autore - Enrico Vannuiccini
Tecnica - Incisione
Dimensioni - cm 18 x 12,5
Epoca - 1978

Enrico Vannuccini nasce il 16 settembre del 1900 a Barullo di Cortona in provincia di Arezzo.
Rimasto orfano di padre si trasferisce a Firenze con la madre e i due fratelli ove frequenta senza risultati l'Istituto Agrario. Terminata la prima guerra mondiale e la sua breve esperienza militare si reca a Milano a lavorare in un'agenzia di reclame che produce manifesti e cartelloni dipinti a mano Fallita l'agenzia di Milano, Vannuccini si trasferisce a Roma dove svolge attività di ceramista e ha modo di entrare in contatto con ambienti artistici e letterari. Farà la conoscenza di tanti illustri del nostro secolo: da De Chirico a Ungaretti, con quest'ultimo entrerà in stretto rapporto artistico. Nella capitale il Pittore toscano, che ama tanto la filosofia, darà vita alle sue prime opere pittoriche e letterarie. Giunge a Moltrasio sul lago di Como nel 1945 dopo essere stato sfollato a causa della seconda guerra mondiale da Milano.
In seguito si sposta a Lenno e infine approda a Griante.
Famosi sono i suoi "Ex-Libris" che sono conservati presso la Biblioteca Comunale di Milano
(a Palazzo Sormani dove ha sede la Fondazione Vannuccini.) Enrico Vannuccini si spegne serenamente dopo una breve malattia il 22 settembre 1990.