LIBRERIA PROSPERI

Since April 26, 2012 Ascoli Piceno, largo Crivel...
@libreriaprosperi

LE VACCHE DI STALIN, Oksanen

Categories: Specialty:Books & E-books - Added on July 17, 2012 - # 102103

Un Nord che in realtà è un Occidente, una porta verso la libertà e il benessere: questo, una volta, era il confine tra Estonia e Finlandia. Ben lo sanno Katariina e Anna, madre e figlia. La prima ha rinunciato a successo e ambizioni per seguire oltre frontiera il suo amore finlandese e una volta giunta in quell’agognata terra ha cercato in ogni modo di cancellare qualunque indizio del suo passato estone, ossessionata dal terrore di essere spiata, scoperta e denunciata. La figlia riversa su di sé la medesima ansia di controllo totale e si autoimpone l’obiettivo della perfezione fisica attraverso una dieta folle, in cui a colossali abbuffate di zuccheri seguono lo straziante godimento del vomito e l’affannoso tentativo di eliminare qualsiasi traccia dei propri sforzi. Un regime spietato, una fissazione che la assorbe completamente, che domina la sua vita come un despota assoluto e le impedisce di avere un lavoro, amicizie, relazioni normali.
Dall’Estonia in lotta contro l’invasione russa alle deportazioni nei campi siberiani, dal cupo dominio sovietico degli anni Settanta fino al crollo del comunismo e ai nostri giorni, Sofi Oksanen costruisce, frammento dopo frammento, con uno stile crudo ed efficace, due figure femminili uniche e affascinanti e insieme indaga il dramma universale dello sradicamento, di vedersi sottrarre o di non riuscire a trovare la propria identità, la propria lingua, il proprio mondo.

I GIUDIZI
"La scrittura della Oksanen ha il ritmo di un cuore pulsante."
Le Monde
"Ha una voce vivida e realistica... Sofi Oksanen è un fenomeno letterario."
The Times
"Una scrittrice meravigliosa, che ricorda Marguerite Duras."
Dagens Nyheter

UN BRANO
"Col grasso non è il caso di fare troppo gli schizzinosi, di fermarsi alle piccole dosi. Quando è festa è festa. Pane, ovviamente, formaggio, del più sostanzioso, confettura d’arance, biscotti d’avena, biscotti al cioccolato, stecche di cioccolato, pizze, schiacciatine al riso, torta all’arancia, brioche alla cannella scongelate, gelato mango e melone... Il forno acceso, il caffè sul fuoco, il burro in tavola, perché si ammorbidisca... il burro ci vuole, burro vero, quando si fa una seduta solo burro... mettere su della musica e staccare il telefono. E via con la crapula. Mi piace cominciare coi gelato. L’esperienza mi ha insegnato che non si può attaccare col pane, se sei stata tanti giorni senza mangiare... Dopo un digiuno, impossibile vomitare il pane, anche se ti ficchi tutta la mano in gola. Il gelato è il lubrificante ideale, fa uscire la massa dallo stomaco che è una meraviglia, e dopo tutto va da dio. E poi il gelato va bene anche per le più perfette sedute volanti: un gelato appena vomitato ha lo stesso gusto e lo stesso aroma di un gelato fresco. Poi, dopo, si continua con pane e burro, senza bere, perché bere sul pane crea difficoltà al rigetto, al contrario di quanto si potrebbe immaginare... Tra la la la la... pa dam pam pa pa... stupendo... un due tre pane, un due tre formaggio... le pizze pronte nel forno... e allora pizza e un due tre in bocca e in bocca e in bocca, e via con le brioche nel forno..."

Sofi Oksanen è nata nel 1977 in Finlandia, ma è di origine estone. Le vacche di Stalin, suo romanzo d’esordio, è stato finalista al Runeberg Award, uno dei più prestigiosi premi letterari finlandesi. La purga ha ottenuto i riconoscimenti: Nordic Council Literary Prize, Finlandia Award, Runeberg Award, Prix Femina, The European Book Prize.

€19.50 €17.55
(approximately $18.53)
Quantity in stock: Sold out
Add to Cart
Shipping Costs
Shipping from: Italy
Shipping to Cost With another item
Italy €2.00
($2.11)
€0.50
($0.53)
Payment Methods

Altre forme di pagamento